Rikard Sjoblom (Beardfish)

martedì 3 aprile 2018

Konono n.1


I Konono n.1 sono un ensemble della Repubblica Democratica del Congo formatosi negli anni settanta grazie a Mingiedi Mawangu, un virtuoso del likembé (uno strumento tradizionale a volte chiamato "sanza" o "thumb piano"), deceduto nel 2015 all’età di 85 anni. I musicisti provengono da un'area di confine nei pressi dell’Angola.
Soltanto nel terzo millennio la band ha rilasciato dischi, ciò grazie alla sensibilità artistica del musicista e produttore belga Vincent Kenis che li ha scovati durante uno dei suoi viaggi nel Centro Africa e li ha “sdoganati”  con una opera prima di grande rilievo quale  Congotronics, uscita nel 2004 per l’etichetta belga Crammed Discs ( http://www.crammed.be ) fondata nel 1981 dal polistrumentista Marc Hollander, membro assieme a Kenis della band sperimentale di genere R.I.O. (rock in opposition) Aksak Maboul.
All’eccezionale disco d’esordio hanno fatto seguito altre quattro opere, tra cui un live nel 2007 , che hanno confermato la primordiale fascinazione del loro ipnotico sound, un ibrido tra world music, elettronica e avant-rock, tutto da gustare.
L’affollata line up prevede: Pauline Mbuka Nsiala, Andre’ Kiala e Mankueno Ntumba: voce. Mawangu Mingiedi,Menga Waku,Mawangu Makuntima, Dodika Kungu,Makonda Mbuta e Antoine Ndombele: M’bira (per informazioni su questo strumento vedi https://it.wikipedia.org/wiki/M%27bira ). Vincent Visi: Rullante. Ndofusu Mbiyavanga, Kanda Mateta e Lulendo Arumba: Percussioni. Nzimbu Kuavita: Gong e Duki Makumbu al basso.

Album consigliato: Congotronics (2004)

Nessun commento:

Posta un commento