Rikard Sjoblom (Beardfish)

Rikard Sjoblom (Beardfish)

venerdì 22 giugno 2018

Infusion Kamachui

La band argentina Infusion Kamachui si è formata nel 2005, inizialmente con cinque musicisti: Pablo Ferreira (voce), Luciano Dato (batteria), Ivan Wolkovicz (basso), Esteban Lagger (chitarra e cori) e Juan Osella (tastiere). Con questa formazione, l'ensemble di Santa Fe ha realizzato due E.P.: Don Gregorio Sessions nel 2008 e Equinoccio Uno nel 2011.Dopo l'uscita di quest'ultimo lavoro,  il tastierista Osella ha lasciato il gruppo che ha continuato come quartetto per l'E.P. Equinoccio 2° del 2012 per poi tornare a essere un quintetto con l'ingresso del chitarrista Carlos Bechi e nel 2016 ha rilasciato  il primo full lenght dal titolo "Espesura", nove tracce per tre quarti d'ora di musica.
Il loro tappeto sonoro è caratterizzato da passaggi strumentali di eccellente livello con  sonorità progressive che si alternano al rock alternativo, al jazz, alla musica latino-americana e al folklore argentino, il tutto insaporito dalla vocalità di Ferreira. 
Link utili: http://bandas.planetacabezon.com/infusion-kamachui/espesura/
https://infusionkamachui.bandcamp.com


Album consigliato: Espesura (2016)

giovedì 21 giugno 2018

Zhaoze

I Zhaoze, parola che in cinese mandarino significa "palude", sono una band di Guangzhouè (Canton) la terza città più popolosa della nazione con quasi 13 milioni di abitanti.
Attivi discograficamente dal 2010, hanno rilasciato cinque album in studio e un live "The relativity of space and time" nel 2016. La grande particolarità del gruppo orientale è che usa, nella proposta sonora che veleggia tra una sorta di new-age progressiva e alternative-rock minimalista, strumenti tradizionali  come lo Xiao (un flauto cinese) e soprattutto il Guqin (per approfondimenti https://it.wikipedia.org/wiki/Guqin ).
I componenti dell'ensemble sono noti solamente con il nickname e dunque non si conoscono le loro identità.
Line up: Hoyliang: guqin, xiao, voce. Littledream: chitarra. Roy: basso. Seasean: batteria, glockenspiel.
Link utili: https://zhaoze.bandcamp.com
https://www.facebook.com/zhaozeband/

Album consigliato: Yesternight yes tonight (2015)

martedì 19 giugno 2018

T.R.A.M.

T.R.A.M. è il nome del supergruppo (iniziali dei componenti) costituito da Tosin Abasin e Javier Reyes, membri degli Animals as Leaders (band metal progressive di Washington), assieme al polistrumentista messicano Adrian Terrazas Gonzalez già negli eclettici Mars Volta e Eric Moore dei Suicidal Tendencies (gruppo punk metal di Venice in California). Leggendo questi nomi, l'ascoltatore si aspetterebbe di fruire di una specie di heavy metal bizzarro e complesso, al contrario il quartetto nella loro unica uscita discografica "Lingua Franca" (label Sumerian Records ,sei tracce per mezz'ora di musica) percorre cammini sonori orientati verso una sorprendente fusion progressiva con coordinate inclini al jazz.
Line up:Adrian Terrazas Gonzalez: strumenti a fiato e percussioni. Javier Reyes: chitarre e programmazione. Tosin Abasi: chitarre e Eric Moore alla batteria.
Link utile:https://www.facebook.com/TRAMband/

Album consigliato: Lingua Franca (2012)

lunedì 18 giugno 2018

Yesterdays

La Transilvania, regione della Romania ai piedi dei Carpazi e famosa per la leggenda del Conte Dracula, è anche la zona di provenienza degli Yesterdays, gruppo composto da ottimi musicisti e appartenente alla minoranza ungherese che popola la fascinosa regione. 
L'ensemble si è costituito nel 1997, grazie al talentuoso polistrumentista Bogáti-Bokor Ákos.
A livello discografico, oltre ad alcuni E.P.,  ha rilasciato solo due full lenght: "Holdfènykert" (2006) e "Colours Cafè" (2011)
 Il primo disco, uscito autoprodotto nel 2006 è stato poi ristampato nel 2008 in versione inglese dalla label francese Musea Records. Una terza  terza edizione dell'album è stata rilasciata attraverso l'etichetta finlandese Seacrest Oy nel 2014. 
Il tappeto sonoro della band è costituito da una pregiato tessuto di prog sinfonico con eccellenti rifiniture jazzy e folk.
Line up:Bölönyi-Márton Beáta: voce solista. Bogáti-Bokor Ákos: chitarre, tastiere, voce. Enyedi Zsolt: tastiere. Fehér Róbert Benjámin: chitarra, voce. Kecskeméti Gábor: flauto e Márton-Sipos Dora al violoncello.
Sito ufficiale: http://www.yesterdaysband.eu
Link utile: https://www.facebook.com/yesterdaysband
Album consigliato: Holdfènykert (versione rimasterizzata 2014)



venerdì 15 giugno 2018

Infront

Gli Infront (originariamente Invisible Front) sono una band  formatasi a Mosca nel 1999.
Autori di soli due dischi interamente strumentali: Wordless nel Febbraio 2005 per l'etichetta Raig e Inescapable nel Febbraio 2011 per la label russa Mals Records 
Il sound del talentuoso quartetto  è un vigoroso progressive con possenti sfumature post-rock e fusion.
Line up: Garry Uporoff e Dmitry Chernishev: chitarre. Alexander Meshcheryakov: basso e tastiere. K. Shtirlitz alla batteria batteria
Link utile: https://infront.bandcamp.com/album/inescapable


Album consigliato: Inescapable (2011) 

venerdì 8 giugno 2018

Geppetto's Retribution

I Geppetto's Retribution si sono formati il 17 Aprile 2014 a Seattle. Hanno finora inciso un unico album "There Will Be Justice" in cui nelle dodici tracce ,per oltre cinquanta minuti di musica, si intersecano vari generi dal rock al funky, da heavy prog alla fusion, il tutto con la caratteristica melodica di "accompagnare" nell'ascolto in maniera soddisfacente il mero fruitore. 
Line up: Daniel Neumeyer: chitarre. Gary Stensland: chitarra, voce. Ferdinand White: basso e la "quota rosa" Lea Weber alla batteria.
Sito ufficiale: http://www.geppettosretribution.com
Link utile:https://www.facebook.com/geppettosretribution/


Album consigliato: "There Will Be Justice" (2017)

Gepetto

L'ensemble francese dei Gepetto (con una P sola) è una creazione di George Pinilla, cantante-polistrumentista di Bordeaux,  come progetto one-man band con alcuni amici / collaboratori musicali. 
L'unico album dal titolo "From Heaven To The Stars ..." è stato rilasciato a Maggio 2016 da Musea Records. Il sound è inseribile nel filone neo progressive con accentuata parte melodica sia tastieristica, sia chitarristica con testi cantati in francese, inglese e spagnolo.
Nulla di trascendentale, nè di originale ma il prodotto è godibile nei sessanta minuti, per sei tracce, di durata del disco.
Line up del disco: George Pinilla: voci, cori, chitarre, moog, mellotron. Tony: basso. 
Stéphan: batteria, percussioni. Julien: voci, piano, tastiere. Chris: voci, cori, tastiere aggiuntive, chitarre. Chantal: voci. Marc: tastiere. 



Album consigliato: "From Heaven To The Stars ..." (2016)