Rikard Sjoblom (Beardfish)

Rikard Sjoblom (Beardfish)

venerdì 6 ottobre 2017

Samanovo Zbozi

I Samanovo Zbozi sono una band di Ostrava, la terza città più popolosa-con 300.000 abitanti- della Repubblica Ceca, situata a nord-est a pochi chilometri dal confine con la Polonia. Il gruppo ceco si è formato nel 2009. La loro attivita discografica si snoda tra due E.P "Samanovo Zbozi" nel 2013 e il 17 Aprile 2017 il lavoro d'annunciato addio del batterista dal titolo "Kolotoc".  Nel febbraio 2015 hanno rilasciato l'unico full lenght dal titolo "Pribeh Kuretee", in italiano: "La storia di un pollo".  Il loro sound è una mistura di segmenti jazzy, afflati progressivi, sprizzatine psichedeliche, grooves hard rock, per una proposta eclettica e non banale con il cantato in lingua madre.
Line up 2017: Jakub Novák: voce e chitarre. Kamil Tomek: basso e voce. Pavel Jurečka: batteria.
Link utile: https://samanovozbozi.bandcamp.com/album/p-b-h-ku-ete


Album consigliato: Pribeh Kurete (2015)

giovedì 5 ottobre 2017

Jordsjø

I Jordsjø di fatto sono un duo di Oslo che si è formato nel 2014 grazie al desiderio di esprimersi in musica del bravissimo cantante/polistrumentista Håkon Oftung  e dell'eccellente batterista/percussionista Kristian Frøland. 
In breve tempo i due ragazzi nordici, accompagnati di volta in volta da altri strumentisti,  hanno rilasciato quattro splendidi album autoprodotti (tutti solo formato cassetta o digitale!) in cui traspare, con un cantato in lingua norvegese, una grande capacità melodica di coniugare il progressive vintage sinfonico al folk con scenari nordici con sprizzatine qua e là psichedeliche. Da sottolineare la presenza di un doppio vinile  dal titolo "Jordsjø" uscito quest'anno che, in pratica, racchiude il meglio dei primi tre album. Sempre nel 2017 esattamente il 17 gennaio ha visto la luce la loro quarta fatica dal titolo "Jord", un lavoro maturo che può proiettare il duo in una dimensione internazionale.
Link utile: https://jordsjo.bandcamp.com/album/jord

Album consigliato: Jord (2017)

venerdì 22 settembre 2017

Trevor Rabin

Sudafricano di nascita seppur di cittadinanza statunitense, il polistrumentista-cantante Trevor Rabin (Johannesburg 13 Gennaio 1954), importante membro degli Yes nel periodo 1982-1995 nel terzo millennio ha composto colonne sonore per film di successo quali "Il mistero dei templari”, “L’apprendista stregone” e molti altri.
Da segnalare un uscita discografica solistica datata 8 Maggio 2012 dal titolo “Jacaranda”, lavoro compositivo più orientato verso il jazz/rock fusion.
Dall’Ottobre 2016 con Anderson e Wakeman, il buon Rabin sta portando in tour- hanno suonato anche in Italia- uno spettacolo di ottimo livello che sfocerà in un disco nel 2018.


Album consigliato: Jacaranda (2012)

giovedì 21 settembre 2017

Savage Lucy

I Savage Lucy sono un gruppo strumentale proveniente da Johannesburg, più precisamente della provincia metropolitana di Gauteng, formatosi nell'aprile 2011.
Dopo due E.P. nel 2012 dal titolo “MK ultra” e “Verstaan?” hanno rilasciato il loro primo e unico full lenght il 7 Agosto del 2015 dal titolo “Reverie”.
Il trio mette sul pentagramma note che veleggiano su canoni progressivi con virate metal, jazzistiche e financo blues, per un sound eclettico e di buon valore.
Line up: Austen Ramsay Lewis: chitarre. Steven Bosman :percussioni e Clint Falconer  al basso.
Sito ufficiale: http://savagelucy.co.za

Album consigliato: Reverie (2015)

mercoledì 20 settembre 2017

OhGod!

OhGod! -rigorosamente tutto attaccato con esclamativo finale- è un ensamble di Città del Capo più incline al prog metal con strizzatine melodiche verso l’alternative rock.
La band si è formata nel Luglio 2013 dalle ceneri di un altro gruppo dal  tappeto sonoro simile ossia i Lane Evermore di Pretoria.
Di fatto, finora, non hanno rilasciato fisicamente album se non l’E.P. digitale autoprodotto nel Marzo 2015 dal titolo “Forrest Feuds”, ma sono doverosi di segnalazione per la capacità tecnica che hanno dimostrato nei quattro brani strumentali dell’E.P., speranzosi che ci possa essere un album intero nel loro futuro.
Line up: Stefan Steyn (chitarra).David Houston (chitarra).Danny Harris (batteria) e Mark Woolfrey (basso).
Questo è il live di una nuova traccia 2017 dal titolo Kepler


Album consigliato: Forest Feuds (2015)

giovedì 14 settembre 2017

The Ocean doesn’t want me

I The Ocean doesn’t want me sono un ensemble originario di Pretoria, la capitale amministrativa del Sud Africa. Il nome del gruppo prende spunto dal titolo dell'omonimo recitativo di Tom Waits, la sesta traccia dell'album Bone Machine del 1992.
Hanno pubblicato due full lenght: “Which hope to live for” nel 2008, “As the dust settles” nel 2012  e un E.P. “The reins” nel 2015.
Il loro stile è orientato verso il metal-progressive in chiave terzo millennio.
Line up: Beastie: basso e voce. CF: chitarre e voce. Robin: percussioni, synths ed elettronica.


Album consigliato: As the dust settles (2012)

AlbinoBeach

Gli  AlbinoBeach sono un trio proveniente da Johannesburg formatosi nel 2006 grazie a Garrick van der Tuin (batteria), Kalin Pashaliev (basso) e Ian Finch (chitarra).
Autori di un solo album dal titolo “Cacophonic” nel 2015 e di due E.P “Albinobeach” nel 2008 e “Angolan Girls” nel 2011, il terzetto ha dimostrato ottime capacità di coniugare più stili: dal prog alla musica etnica, dal jazz all’ambient elettronico, dal metal al trip hop.
Una particolarità è quella che negli spettacoli dal vivo sono soliti proporre al pubblico di esplorare direttamente strumenti insoliti come, ad esempio, il bulgaro Kaval, antico strumento a fiato dell’area mediterranea.
Line Up: Kalin Pashaliev: basso. Garrick van der Tuin: batteria. Ian Finch: chitarra.Boris Tzvetanov: batteria e percussioni.Nenad Djelic: chitarra elettrica e Ivan Batchvarov al violino.


Album consigliato: Cacophonic (2015)