Rikard Sjoblom (Beardfish)

Rikard Sjoblom (Beardfish)

domenica 15 luglio 2018

PinioL

I PinioL, band di Lione, sono un progetto sorto dalla fusione di due gruppi ( il trio dei POIL e il quartetto dei NI) con il desiderio di realizzare sonorità Avant-Prog con due batterie, due bassi, due chitarre e tastiere. Il loro album di debutto "Bran Coucou", cd singolo e doppio vinile, è stato pubblicato il 27 aprile 2018 dall'etichetta indipendente francese Dur et Doux (https://duretdoux.com )I sette musicisti transalpini ci trasportano in un mondo sonoro surreale, non di semplice fruizione, con percorsi compositivi sghembi, agli antipodi delle melodie neo progressive.
Line up: Anthony Béard: chitarra, voce. François Mignot: chitarra, voce. Antoine Arnera: tastiere, voce solista. Boris Cassone: basso, voce. Benoit Lecomte: basso, voce. Guilhem Meier: batteria, voce. Jean Joly: batteria.
Link utile: https://duretdoux.com/artistes/piniol/

Album consigliato: Bran Coucou (2018)

Tigrova Mast

Il trio croato dei Tigrova Mast, proveniente da Zagabria e formato da Tvrtko detto Gut (intestino) al basso. Bruno detto Heart (cuore) alla batteria e Niko detto Brain (cervello) alle tastiere, si è formato nel 2003  e dopo molta attività live, nel 2007 ha dato alle stampe il primo omonimo album, seguito poi nel 2013 da "Kobra svlači jaknu" in cui sono stati aiutati dal sassofonista Lovro Zlopaša e dal percussionista Miro Mance.
I tre musicisti, che hanno alle spalle molta esperienza in altri gruppi di differente generi musicali, con questo progetto hanno creato un sound strumentale divertente, creativo, stravagante, con quel tocco di follia tipico delle proposte avant / experimental-rock. 
Da sottolineare che Niko Potocnjak (Brain), il leader non ufficiale della band nonchè tastierista/chitarrista dei Seven That Spells (vedi https://seventhatspells.bandcamp.com ), usa una tastiera in miniatura chiamata microkorg il cui suono ricorda gli organi molto antichi per cui l'effetto è davvero speciale.
Link utile: https://tigrovamast.bandcamp.com/album/tigrova-mast



Album consigliato: Tigrova Mast (2007)



giovedì 12 luglio 2018

Lizards Exist

Il progetto Lizards Exist prende forma a Zagabria nel 2011 grazie al chitarrista Sinisa Mraovic e al batterista/percussionista Boris Brozovic. Alla coppia, nel 2013, si affiancano  Roco Margeta: tastiere, synth e Tihomir Zdjelarevic: basso e con questa formazione rilasciano nel Dicembre 2014 il loro omonimo album di debutto (autoprodotto) che per ora è l'unico full lenght del quartetto croato.
Il disco, quattro tracce per 40 minuti di musica totalmente strumentale, è stato registrato utilizzando solo apparecchiature vintage che contribuiscono a evidenziare il suono caldo, tipico della musica progressiva dei seventies. Il loro sound è infarcito di influssi psichedelici, canterburiani e space & kraut rock.
Link utile: https://lizardsexist.bandcamp.com/releases


Album consigliato: Lizards Exist (2014)

Mother Turtle

I Mother Turtle sono una band di Salonicco, seconda città della Grecia per numero di abitanti (quasi 400.000). Si sono formati nel 2011 come jam band e il loro primo concerto dal vivo con il nome di Hogweed è dell' Aprile 2012. Il nome è poi è stato cambiato in Mother Turtle e il 4 ottobre 2013 è stato rilasciato il primo omonimo disco, a seguire nel 2016 Mother Turtle 2° e il 20 Febbraio 2018 l'interessantissimo concept Zea Mice.
L'ensemble del compositore Konstantinidis mescola con capacità: elementi sinfonici, folk, neo e heavy prog, influenze psichedeliche e afflati crimsoniani e jazzistici.
Line up: Kostas Konstantinidis: chitarre, MiDi, ukulele, voce. Giorgos Theodoropoulos : tastiere, programmazione. Babis Prodromidis: sassofono. Alex Kiourntziadis: violino. George Filopelou: basso e Giorgos Mpaltas alla batteria. Nell'ultimo disco hanno collaborato al canto Elpida Papakosma, Apostolis Georgiadis alle percussioni e Aristotelis Mavropoulos voce narrante.
Link utili: https://motherturtleband.bandcamp.com
https://www.facebook.com/pg/MotherTurtleBand/about/?ref=page_internal
Album consigliato: Zea Mice (2018)

martedì 3 luglio 2018

Wrong Object

I Wrong Object si sono formati nel 2002 in Belgio a Liegi, capitale della Vallonia francofona 
Hanno iniziato come cover band di Frank Zappa con un nucleo principale composto da Michel Delville alla chitarra/voce, Damien Polard al basso, Alain Deval alla batteria (poi sostituito da Laurent Delchambre) Fred Delplancq al sassofono e Jean-Paul Estievenart alla tromba / flicorno. 
L'ensemble ha suonato dal vivo in diversi paesi europei nel corso degli anni, prendendo parte ad alcuni grandi festival Jazz. Durante la loro esibizione al Glaz'Art di Parigi il 18 ottobre 2005, si unì a loro il leggendario sassofonista Elton Dean dei Soft Machine. 
Fu una delle ultime esibizioni dal vivo di Dean, prima di morire nel febbraio 2006 e da questa collaborazione derivò l'album The incredible truth", primo full lenght della band.
Da segnalare la collaborazione anche con il sassofonista Stanley Jason Zappa, fratello minore di Frank, da cui è scaturito il disco Live at Zappanale (2010). 
Dal 2006 al 2013 hanno pubblicato sei album (quattro in studio e due live) tutti per l'etichetta newyorchese Moonjune Records fondata nel 2001 dal bosniaco Leonardo Pavkovic.
Il sound degli Wrong Object è polimorfo: prog rock Canterburiano, jazz d'avanguardia, fusion, auree zappiane... il passaggio da uno stile all'altro è a volte radicale e avviene repentinamente.  
Line up dell'ultimo disco After the Exhibition del 2013:  
Michel Delville: (chitarra,tastiere),.Susan Clynes (voce). Marti Melia (sassofoni, clarinetto). Laurent Delchambre (batteria, percussioni). Francois Lourtie (sassofono, voce). Pierre Mottet (basso). Antoine Guenet, tastierista degli Univer Zero,  (tastiere, voce, tastierista) e l'ex Gong Benoît Moerlen (marimba e vibrafono elettrico .
Link utili: https://thewrongobject.bandcamp.com
http://www.ilpopolodelblues.com/pdb/old/rev/marzo08/intervista/Michel-Delville.html

Album consigliato: After the Exhibition (2013)

sabato 30 giugno 2018

Yawn Hic

Il trio degli Yawn Hic, originari di Nizhny Novgorod, città di oltre un milione di abitanti della Russia europea centrale, è attivo dal 2012.
Oltre a quattro E.P., il combo russo il 22 Ottobre 2015 ha rilasciato l'album "Ион Хикса" in cui si intersecano un vigoroso post rock e afflati progressivi per un prodotto godibile nelle otto tracce e trentasei minuti di proposta sonora. 
Line up: Roman: chitarra e voce. Alexander: basso e Ivan alla batteria
Link utile: https://yawnhic.bandcamp.com 
Qua il gruppo in versione live nel 2016 a Mosca


Album consigliato: Ион Хикса (2015)

venerdì 29 giugno 2018

Taku Yabuki

Il virtuoso tastierista giapponese Taku Yabuki,  nato il 20 settembre 1975 a Wako, una cittadina di 80.000 abitanti della Prefettura di Saitama, ha iniziato a suonare il pianoforte classico durante l' infanzia per poi "darsi" al jazz quando aveva 21 anni. 
Nel terzo millennio ha iniziato a suonare con lo straordinario ensemble degli Koenjihyakkei  (vedi: http://progressivedelnuovomillennio.blogspot.com/2016/11/koenjihyakkei.htmlcon cui ha rilasciato il 27 Giugno 2018 il quinto album in studio dal titolo "Dhorimviskha" .
A suo nome ha pubblicato tre album strumentali: Modern World Symphony  nel 2007,  il solo piano "Late Flowers (Osozaki No Hana Tachi) " nel 2009 e "Melody Cascade" nel 2011.
Tra i tanti musicisti che hanno collaborato con Taku Yabuki possiamo citare:  Yoshinori Imai alla batteria, Hidehisa Sasaki alla chitarra e Ryosuke Nikamoto al basso.


Album consigliato: Modern World Symphony (2007)