Rikard Sjoblom (Beardfish)

mercoledì 25 gennaio 2017

Ahvak

Il progetto israeliano degli Ahvak (che in arabo significa polvere) prende forma all'inizio del millennio grazie al tastierista Roy Yarkoni e al bassista Ishay Sommer.
L'inizio non è dei migliori per varie difficoltà di natura organizzativa e artistica, ma con l'avvento del talentuoso batterista/compositore californiano Dave Kerman ( eclettico musicista giramondo, membro di molte band tra cui i belgi Present,gli olandesi Blast e gli statunitensi Thinking Plague e U Totem) l'ensamble riesce a definire la direzione sonora, incidendo il loro unico album omonimo nel 2004.
Il lavoro, molto avant prog, è altamente complesso a livello strumentale, seppur abbia la prerogativa di coinvolgere il fruitore per l'estrema varietà sonora e la sopraffina tecnica dei musicisti.
Line up: Dave Kerman: batteria e percussioni. Yehuda Kollon: chitarre. Ishay Sommer: basso.Udi Susser:tastiere,voce,baglama,darbbooka e fiati. Roy Yarkoni: tastiere e pianoforte e alle programmazioni Udi Koomran.
Link Utile:http://www.cuneiformrecords.com/bandshtml/ahvak.html


Album consigliato: Ahvak (2004)

Nessun commento:

Posta un commento